skip to Main Content
Libia, la migliore situazione della sicurezza traina l’export di petrolio
Sarraj e Haftar spingono sull’acceleratore per recuperare risorse e fermare l’ondata di proteste. I paesi…

Libia, la migliore situazione della sicurezza traina l’export di petrolio

Sarraj e Haftar spingono sull’acceleratore per recuperare risorse e fermare l’ondata di proteste. I paesi OPEC, però, sono preoccupati di un nuovo crollo dei prezzi del greggio.
Libia, le perdite dalla crisi petrolifera hanno superato i 2 miliardi
Sarraj chiede aiuto alla comunità internazionale per costringere Haftar a sbloccare la situazione, sempre più…

Libia, le perdite dalla crisi petrolifera hanno superato i 2 miliardi

Sarraj chiede aiuto alla comunità internazionale per costringere Haftar a sbloccare la situazione, sempre più incontrollabile. Il JMC produce una bozza di tregua, ma GNA-LNA sono occupati sul terreno.
Libia, comincia la crisi del carburante a causa dei blocchi di Haftar
Scarseggiano benzina e gas da cucina. Il Generale, nonostante i malumori crescano, non cede. Per…

Libia, comincia la crisi del carburante a causa dei blocchi di Haftar

Scarseggiano benzina e gas da cucina. Il Generale, nonostante i malumori crescano, non cede. Per la prima volta, però, rischia negli Usa. Intanto, l’LNA potrebbe attaccare Sarraj a Zuwarah.
La crisi in Libia, come nasce e cosa fare per ottenere risultati concreti
L’attuale situazione nasce dalle primavere arabe e determina gravi rischi per la sicurezza globale. L’Italia…

La crisi in Libia, come nasce e cosa fare per ottenere risultati concreti

L’attuale situazione nasce dalle primavere arabe e determina gravi rischi per la sicurezza globale. L’Italia deve reinserirsi nelle trattative, coinvolgendo il Fezzan, e mediare su 2 livelli: tribale e politico.
Libia, primo incontro tra GNA e Arabia Saudita dall’avvio dell’offensiva di Haftar
Sayala vede Al-Assaf per discutere della crisi. Riad, delusa da Haftar, potrebbe scaricarlo aderire alla…

Libia, primo incontro tra GNA e Arabia Saudita dall’avvio dell’offensiva di Haftar

Sayala vede Al-Assaf per discutere della crisi. Riad, delusa da Haftar, potrebbe scaricarlo aderire alla proposta Macron. Sarraj, però, non è disposto a firmare una tregua col Generale.
Back To Top