skip to Main Content

Usa dichiarano “guerra” alla Russia per la campagna di cyber attacchi

Usa Dichiarano “guerra” Alla Russia Per La Campagna Di Cyber Attacchi

Obama autorizza una serie di azioni, in risposta all’offensiva informatica di Mosca contro le elezioni e alle molestie contro i funzionari americani.

Gli Stati Uniti rispondono ai presunti cyberattacks dalla Russia “Oggi, il presidente Obama ha autorizzato una serie di azioni in risposta alle molestie aggressive del governo russo verso funzionari Usa e alle operazioni cibernetiche legate alle elezioni 2016”. Lo riporta un comunicato stampa della Casa Bianca, appena pubblicato. “Le attività informatiche della Russia avevano lo scopo di influenzare le elezioni, erodere la fede nelle istituzioni democratiche Usa, seminare il dubbio circa l’integrità del nostro processo elettorale e minare la fiducia nelle istituzioni del governo degli Stati Uniti. Queste azioni sono inaccettabili e non saranno tollerate”.

Le accuse dirette di Obama alla Russia

Il presidente ha rilasciato la seguente dichiarazione. “Oggi, ho ordinato una serie di azioni in risposta alle molestie aggressive di funzionari del governo russo verso gli Stati Uniti e alle operazioni cibernetiche legate alle elezioni – ha affermato il presidente -.. Queste azioni seguono ripetuti avvertimenti pubblici e privati ​​che abbiamo emesso verso il governo russo. Sono un risposta necessaria e adeguata agli sforzi per danneggiare gli interessi degli Stati Uniti, in violazione delle norme internazionali di comportamento stabilite. Tutti gli americani dovrebbero essere allarmati per le azioni della Russia. A ottobre la mia amministrazione ha reso noto la nostra valutazione sul fatto che la Russia ha intrapreso azioni volte a interferire con il processo elettorale statunitense – sottolinea Obama -. Queste attività di furto e divulgazioni di dati potrebbero essere state dirette solo dai più alti livelli del governo russo. Inoltre, i nostri diplomatici hanno sperimentato un livello inaccettabile di molestie a Mosca da parte dei servizi di sicurezza russi e della polizia nel corso dell’ultimo anno. Tali attività hanno conseguenze. Oggi, ho ordinato una serie di azioni in risposta”.

Obama elenca alcune azioni in risposta alla campagna cyber russa

“Ho emesso un ordine esecutivo che prevede un’autorità aggiuntiva per rispondere a certa attività cyber, che cerca di interferire o compromettere i nostri processi elettorali e le istituzioni, o quelli dei nostri alleati o partner – ha affermato il presidente Usa -. Utilizzando questa nuova autorità, ho sanzionato nove entità e individui: il GRU e l’FSB, due servizi di intelligence russi; quattro ufficiali individuali del GRU e tre società che hanno fornito sostegno materiale alle operazioni cibernetiche del GRU. Inoltre, il Segretario del Tesoro designa due individui russi per l’utilizzo di mezzi informatici abilitati a causare distrazione di fondi e informazioni di identificazione personale. Il Dipartimento di Stato sta anche chiudendo due strutture russe, in Maryland e New York, utilizzate da personale russo a fini di intelligence. Inoltre – prosegue Obama – sta dichiarando ‘persona non grata’ 35 agenti dei servizi segreti russi. Infine, il Department of Homeland Security e il Federal Bureau of Investigation stanno rendendo note informazioni tecniche declassificate sull’attività d’intelligence russa civile e militare cyber, per aiutare i difensori della rete negli Stati Uniti e all’estero a identificare, individuare e interrompere la campagna globale cyber malevola della Russia”.

Obama: Decideremo quando e dove intervenire ulteriormente

“Queste azioni non sono la somma totale della nostra risposta alle attività aggressive della Russia – sottolinea il presidente Usa -. Continueremo a prendere una serie di azioni in un tempo e luogo di nostra scelta. Alcune delle quali non verranno pubblicate. Oltre a ritenere la Russia responsabile per ciò che ha fatto, gli Stati Uniti e gli alleati in tutto il mondo devono lavorare insieme per contrastare gli sforzi della Russia per minare le norme internazionali di comportamento stabilite e per interferire con la governance democratica. A tal fine, la mia Amministrazione fornirà un rapporto al Congresso nei prossimi giorni circa gli sforzi della Russia di interferire nelle nostre elezioni, così come l’attività cyber dannose, legate al nostro ciclo elettorale nelle elezioni precedenti”.

Il comunicato integrale della Casa Bianca, in cui si spiega anche la controffensiva Usa dipartimento per dipartimento

Back To Top