skip to Main Content

Ucraina, si comincia a concretizzare la no fly zone anti-Russia

Si comincia a concretizzare in Ucraina la no fly zone anti-Russia. Kiev riceverà i sistemi di difesa anti-aerea Starstreak e gli USA hanno inviato i Patriot in Polonia. Inoltre, ci sono i Javelin appena arrivati. Il volano è stato l’attacco all’ospedale pediatrico di Mariupol

La no fly zone in Ucraina si sta concretizzando. Non in via formale, ma de facto. Kiev sta per ricevere diversi sistemi di difesa anti-aerea Starstreak dal Regno Unito. Inoltre, gli Stati Uniti hanno inviato in Polonia batterie di missili Patriot, che verranno schierati al confine. La loro presenza renderà molto più complicato per la componente aerea di Mosca avvicinarsi alla capitale e alle città in cui saranno impiegati. A completare il quadro delle difese aerei ucraine, ci sono i Javelin, arrivati nei giorni scorsi e complementari ai nuovi sistemi. Lo spartiacque che ha portato la comunità internazionale a intervenire fattivamente per la no fly zone è stato il bombardamento ingiustificato dell’ospedale pediatrico di Mariupol da parte della Russia. L’attacco viene considerato da tutti come un crimine di guerra, nonostante le affermazioni di Mosca sul fatto che all’interno non ci fossero pazienti ma forze nemiche.

 

Back To Top