skip to Main Content

Ucraina, Severodonetsk diventa l’epicentro della guerra contro la Russia

Severodonetsk è diventato l’epicentro della guerra contro la Russia. Putin deve prendere velocemente la città per placare le critiche interne e Kiev non vuole tornare al Donbass del 2014. Il fattore tempo sarà decisivo

Severodonetsk è diventato l’epicentro della difesa ucraina contro la Russia. Mosca sta inviando nell’area gli assetti migliori e cannoneggiando ininterrottamente l’area con l’artiglieria. Obiettivo: conquistare l’area nel più breve tempo possibile per poter ufficializzare il controllo quasi totale del Donbass come nel 2014. Per Putin raggiungere questo risultato è fondamentale, soprattutto a uso interno. Il presidente è stretto tra due fuochi in patria e ha necessità di portare a casa un risultato concreto per raffreddare gli animi. Da una parte c’è chi critica la violenza e i crimini che hanno caratterizzato l’invasione del paese vicino. Dall’altra, alcuni vertici politici giudicano il suo operato troppo “debole”. Kiev di contro ha due “armi” per contrastare l’avanzata russa: gli aiuti militari in arrivo dall’Occidente e la carenza di giovani ufficiali, che potrebbe far commettere alle truppe di Mosca errori fatali. La situazione, comunque, rimane critica e il fattore tempo probabilmente ne deciderà gli esiti.

Back To Top