skip to Main Content

Ucraina, la Russia limita la circolazione navale sulla rotta artica

La Russia limita la circolazione navale sulla rotta artica come nuova provocazione per il sostegno internazionale all’Ucraina. Secondo una nuova legge, potrà passare solo una nave straniera alla volta e notificandolo 3 mesi prima. Inoltre, i sottomarini dovranno navigare in superficie

Nuova provocazione della Russia in risposta al sostegno della comunità internazionale verso l’Ucraina: il Consiglio della Federazione ha approvato una legge che limita la libertà di navigazione lungo la “rotta artica” (NSR). Lo rileva la TASS. Secondo il testo, le navi militari straniere dovranno notificare a Mosca attraverso canali diplomatici l’intenzione di percorrere quella rotta con tre mesi in anticipo. Ciò, in quanto le acque coinvolte sono state dichiarate “interne”. Inoltre, nel quadrante non potrà transitare più di una nave militare o civile straniera alla volta. Le uniche eccezioni sono se l’imbarcazione è in visita a un porto russo. La legge si occupa anche dei sottomarini, che dovranno navigare in superficie ed esponendo la bandiera nazionale. Si attende ora la risposta degli Stati Uniti, da sempre sostenitori della necessità di mantenere la libertà di navigazione sulla rotta artica.

Back To Top