skip to Main Content

Ucraina, la Russia comincia ad avere problemi anche in Siria

La Russia comincia ad avere problemi anche in Siria. Strike fallito della Federazione su una base di Jayish Al-Izza a Idlib. Qualcuno aveva fatto una soffiata. Si ipotizza peraltro un’azione di “fuoco amico”

La Russia, dopo l’Ucraina, comincia ad avere problemi anche in Siria. Nelle scorse ore caccia della federazione hanno effettuato quattro strike su una base militare del gruppo Jayish Al-Izza (The Army of Glory) a nord di Idlib. Il bilancio è stato di soli due miliziani feriti e della distruzione della piazza d’armi. Ciò, pur se poche ore prima, all’interno della struttura era in corso un’esercitazione con 200 membri del gruppo. Il fallimento dei raid è stato imputato da diverse fonti locali a una soffiata fatta alla formazione poco tempo prima che cominciasse l’attacco, permettendo agli uomini di fuggire. Alcuni, peraltro, ipotizzano persino che siano stati agenti di Damasco ad aiutare i miliziani. A riguardo, comunque, non ci sono conferme. E’ certo, invece, che la Russia comincia a vedere la nascita di nuovi nemici, anche tra le fila degli storici alleati, che presto o tardi potrebbero creare problemi alle sue basi militari e alle truppe nel paese mediorientale.

Back To Top