skip to Main Content

Ucraina, la Russia aumenta la deterrenza nucleare nell’Artico

La Russia aumenta la deterrenza nucleare nell’Artico. Schierati nella Penisola di Kola (Olenegorsk-2) 4 bombardieri strategici a lungo raggio Tu-160 e 3 Tu-95. Sono vicini al deposito di testate nucleari Bolshoye Ramozero

La Russia aumenta la deterrenza nucleare nell’Artico. Lo denuncia il Barents Observer, citando alcune immagini satellitari recenti, da cui si evince che Mosca ha schierato nella base aerea di Olenegorsk nella Penisola di Kola quattro bombardieri strategici a lungo raggio Tu-160 e tre Tu-95. I velivoli in origine erano schierati presso la base aerea di Engels a Saratov, circa a 1.100 chilometri di distanza rispetto a dove sono oggi.  Non è chiaro se la mossa sia legata all’evolversi della crisi in Ucraina. E’ certo, invece, che determina dei vantaggi per la Federazione. Presumibilmente, è stata scelta Olenegorsk-2 in quanto è l’infrastruttura militare che ha la pista più lunga di tutta la regione. Inoltre, è vicina al sito di Bolshoye Ramozero, uno dei più grandi per lo stoccaggio di testate nucleari. Infine, a causa della loro nuova collocazione, le forze aeree della NATO avranno un tempo di allerta minore per poterli intercettare nello spazio aereo internazionale.

Back To Top