skip to Main Content

Ucraina, la Russia a caccia di volontari con premi in denaro o altre utilità

La Russia va a caccia di volontari con premi in denaro o altre utilità. Gli uffici di reclutamento nella Federazione non ottengono i risultati attesi e le truppe in Ucraina sono stanche e demoralizzate

Le autorità di Murmansk hanno avviato una campagna di reclutamenti per creare un’unità regionale dell’Artico che vada a combattere contro l’Ucraina al fianco dell’esercito russo. Lo ha annunciato il governatore, Andrei Chibis, sul suo profilo su VK. L’offerta è di un premio una tantum di 100.000 rubli, che si aggiunge al normale stipendio dei soldati volontari (45.000 rubli al mese per una ferma tra i 3 e i 5 anni). Obiettivo: sostituire le truppe, ormai stanche e demoralizzate dopo oltre tre mesi di combattimenti ininterrotti nel paese europeo. Infatti, quella che doveva essere un’operazione-lampo si è trasformata in una guerra di attrito e logoramento senza fine. Per ovviare al problema Mosca ha aperto uffici di reclutamento in tutto il paese, compresa la Penisola di Kola, che però non hanno riscosso il successo sperato. La nuova strategia è ora offrire benefit aggiuntivi, quali premi in denaro o altre utilità.

Back To Top