skip to Main Content

Ucraina, gli USA addestreranno le forze di Kiev in Germania a difendersi dalla Russia

Gli USA addestreranno in Germania le forze ucraine a difendersi dalla Russia. Probabilmente la sede sarà la base aerea di Ramstein. Obiettivo: insegnare l’uso di sistemi d’arma occidentali

Gli Stati Uniti addestreranno in Germania le forze armate dell’Ucraina nella gestione dei sistemi d’arma e delle apparecchiature in arrivo per contrastare l’invasione della Russia. Lo ha reso noto il Dipartimento della Difesa USA, sottolineando che ai soldati di Kiev verrà insegnato come usare i radar, l’artiglieria, i mezzi corazzati donati. L’obiettivo è permettere loro di poter utilizzare non solo le dotazioni di tipo russo, ma anche occidentali. Ufficialmente non è stato comunicato quale struttura ospiterà le attività, ma con ogni probabilità sarà la base aerea di Ramstein, abbastanza grande per poter ospitare sia gli allievi sia l’addestramento. Inoltre, nelle vicinanze ci sono delle località morfologicamente simili all’Ucraina, ideali per simulare il reale terreno di scontro con Mosca. Gli istruttori americani, peraltro, sono già in loco. Fanno parte delle unità inviate recentemente in Europa dal presidente Joe Biden per rafforzare la presenza militare della NATO in Europa.

Intanto, i primi UAV Phoenix Ghost arrivano in Ucraina. Presumibilmente verranno schierati in Donbass e verso Mariupol

Intanto, i primi modelli del nuovo drone Phoenix Ghost sono arrivati in Ucraina insieme a parte del nuovo pacchetto di aiuti militari americani contro la Russia. Gli UAV sono stati sviluppati e prodotti a tempo di record, in base alle specifiche esigenze richieste da Kiev. Sulle loro caratteristiche c’è il massimo riserbo per ovvie ragioni di opportunità, ma sembra che saranno molto simili ai già noti “Switchblade”. Con buona probabilità verranno impiegati nel Donbass a supporto delle forze sul terreno o a Mariupol per allentare il pressing delle truppe di Mosca attorno all’acciaieria Azovstal. Resta solo da capire come arriveranno a destinazione. La Russia, infatti, ha cominciato a prendere di mira sistematicamente i rifornimenti di armi, munizioni e carburante per le forze nemiche, nonché le loro rotte di transito.

Back To Top