skip to Main Content

Siria, un intero villaggio a Deir Ezzor reagisce alla presenza di Isis nell’area

Siria, Un Intero Villaggio A Deir Ezzor Reagisce Alla Presenza Di Isis Nell’area

Gli abitanti di al-Nimiliyah hanno attaccato il villaggio al-Naitel, che ospitava e supportava elementi Isis. Le SDF sono dovute intervenire per riportare la calma. Intanto, Jazeera Storm bracca i miliziani dello Stato Islamico ad Hasakah e sulla Shaddadi Road

La popolazione locale a Deir Ezzor reagisce contro la presenza di Isis nella provincia siriana. Nelle scorse ore gli abitanti di al-Nimiliyah hanno attaccato il villaggio di al-Naitel, accusato di supportare lo Stato Islamico e di ospitare i jihadisti. Le SDF sono intervenute nell’area per fermare gli scontri, ma le tensioni non sono diminuite. Anzi. Le accuse sono state rilanciate ed è stato aggiunto che elementi Daesh si trovano nel centro abitato. Di conseguenza, la battaglia si è intensificata, anche con colpi di mortaio. Ciò ha obbligato la Coalizione Internazionale a inviare alcuni caccia per riportare la calma. Nel frattempo, Jazeera Storm sta effettuando raid a Guiran, vicino ad Hasakah, dopo l’esplosione di una bomba. Inoltre, è in corso una massiccia operazione delle forze arabo-curde lungo la Shaddadi Road. Sembra sia stata identificata una grande cellula IS, ma per ora non ci sono conferme o ulteriori dettagli. 

Deir Ezzor e il nord Est della Siria sono cambiate: la popolazione non ha più paura di Daesh. Anzi, non perde occasione per cercare di vendicarsi dei jihadisti

La reazione della popolazione di al-Nimiliyah è un segnale importante su come siano cambiate Deir Ezzor e in generale il nord est della Siria. Gli abitanti locali non hanno più paura di Isis. Anzi. Vogliono vendicarsi delle violenze subite. Perciò non temono di denunciare alle SDF la presenza di miliziani dello Stato Islamico. Oppure, come avvenuto nelle scorse ore, di prendere loro stessi l’iniziativa e attaccare i jihadisti, nonché tutti coloro che forniscono sostegno al gruppo. Specie dopo che Daesh e altri attori hanno cominciato a bruciare i raccolti e a vessare alcuni villaggi per ottenere soldi e risorse. Peraltro, molti dei successi recenti di Jazeera Storm nello scovare cellule di fondamentalisti nell’area si devono alle informazioni fornite dai civili. Che in alcuni casi hanno anche monitorato i loro movimenti, fino all’arrivo delle forze arabo-curde.

Back To Top