skip to Main Content

Siria, si intensificano gli scontri interni tra le milizie pro-Turchia a Nord

Si intensificano gli scontri interni tra le milizie pro-Turchia nel Nord della Siria. Afrin e Sere Kanye sono l’epicentro. Il build-up militare nell’area e le risorse sempre più ridotte fanno aumentare il nervosismo delle fazioni, anche verso gli alleati

Nel nord della Siria continuano gli scontri interni tra milizie pro-Turchia per il controllo del territorio e delle risorse che offre. L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto solo poche ore fa nell’area di Afrin con una battaglia tra fazioni locali. Inoltre, c’è stato un raid al quartier generale di al-Amshat, accusata dalle altre formazioni di vendere droga per finanziarsi. Pochi giorni fa c’era stato un altro conflitto a fuoco vicino ai silos di Ras al-Ain (Sere Kanye), che aveva coinvolto alcune entità della al-Hamzah Division. La situazione nel quadrante sta degenerando rapidamente. Da una parte c’è il build-up militare che contrappone le milizie e le TAF contro le SDF e il SAA. Dall’altra, la cronica carenza di risorse a seguito dei tagli effettuati da Ankara rende i guerriglieri sempre più nervosi e aggressivi, anche verso i loro alleati.

Back To Top