Siria, si intensifica l’offensiva SDF contro Isis a Bahrah e Hajin

Syria IslamicState Dashisha Suwieda Saa Islamicstate Pmu Iraq Isf Merv IS Idlib FSA HTS Turchia CONECO Bahrah Hajin Shafah Iraq Siria SDF Isis Bahrah Hajin Sbvied Cizirestorm Aljazeera Saa Esercitosiriano Abukamal Albukamal Syria Islamicstate Middleeast Mediooriente Iraq Isil Hindah Risf Usa Daesh Stato Islamico Tabqa Raqqa Turchia Ankara YPG

Le SDF spostano i check point a Deir Ezzor da Gharanij a Barah e ricevono rinforzi ai campi petroliferi CONECO

Si intensifica l’offensiva delle SDF contro Isis nell’area meridionale di Deir Ezzor. L’obiettivo è cacciare velocemente Daesh da Bahrah per invadere poi Hajin e scendere fino a Sha’Fah. Tanto che le truppe di Cizire Storm (Al Jazeera) hanno spostato tutti i check point presenti nell’area di Gharanij più a sud. Inoltre, sono appena giunti nuovi rinforzi ai combattenti siriani presso il campo petrolifero CONECO. Parallelamente, la Coalizione Internazionale sta continuando a effettuare raid aerei ad Hajin e Sha’fah, per indebolire le difese dello Stato Islamico ed evitare che i miliziani possano spostarsi a nord per dare una mano ai loro compagni. La battaglia a Bahrah, comunque, è quasi giunta al termine. I jihadisti, sempre più schiacciati verso l’Eufrate, sono stati costretti a ripiegare nell’unica direzione possibile: quella che conduce ad Abu Kamal (Al Bukamal), al confine con l’Iraq.

Isis si spinge all’interno di Idlib, cacciando HTS e FSA da alcuni villaggi. Sembra dagli spostamenti che cerchi di arrivare in Turchia aggirando l’esercito siriano

Più a nord, a Idlib, Isis si sposta dalla sacca di resistenza sotto attacco dell’esercito siriano (SAA) e invade la zona controllata da Hayat Tahrir al-Sham (HTS) e dal Free Syrian Army (FSA). I miliziani Daesh in poche ore hanno cacciato HTS e il FSA da Um Al-Khalakhil, Kuwayn e Ard ar Zurzur. Quest’ultima località, però, è stata ripresa dopo alcune ore dalla formazione, che ha lanciato un contrattacco con l’artiglieria sulle postazioni dello Stato Islamico nella zona. Sembra che i terroristi Isil stiano effettuando un tentativo disperato per raggiungere la Turchia, attraversando la provincia siriana. Se ciò fosse confermato, le loro destinazioni successive potrebbero essere At Tamani ah e Khan Shaykhun, per poi risalire a nord tenendosi lontano dall’area di influenza del SAA. I loro prossimi movimenti, comunque, forniranno indicazioni più precise su come si sposta IS.