skip to Main Content

Siria, si avvicina ancora l’offensiva finale SDF contro ISIS ad Hajin

Siria, Si Avvicina Ancora L’offensiva Finale SDF Contro ISIS Ad Hajin

A Deir ez-Zor Cizire Storm combatte a nord di Hajin e si appresta a invaderla

A Deir ez-Zor è ancora più imminente l’offensiva finale delle SDF contro Isis ad Hajin Lo confermano i recenti bombardamenti della Coalizione Internazionale contro le postazioni Daesh ad alSosah e Gharanij. I raid hanno un duplice obiettivo. Da una parte tagliare ai miliziani ogni via di fuga dalla città verso sud, in direzione di Abu Kamal (Al Bukamal). Dall’altra, evitare che i jihadisti ricevano rinforzi dal medesimo asse, eliminando al contempo il rischio di attacchi a sorpresa dallo Stato Islamico a Cizire Storm (Al Jazeera) alle spalle da nord. Sembra, infatti, che nell’area rurale della seconda città ci siano ancora piccoli gruppi Isil e che questi stiano cercando di riconquistare il quadrante. Nella zona, infatti, sono in corso violenti scontri tra i combattenti siriani e i terroristi, che comunque non riescono a riguadagnare più di tanto terreno.

L’esercito siriano avanza contro HTS e Isis a Idlib e Aleppo, ma non riesce a prendere Harasta (Damasco)

Intanto, l’esercito siriano (SAA) continua a concentrare la sua attenzione. Contro Hayat Tahrir al-Sham (HTS) e Isis a Idlib, Aleppo e Damasco. Sul primo versante, HTS ha tolto ai soldati 2 villaggi presso la base aerea militare di Abu Duhur, ma questi sono stati circondati grazie all’arrivo di rinforzi alle truppe siriane. Sul secondo, Daesh e le altre formazioni jihadiste sono state colpite dall’artiglieria del SAA ad Anadan e Hayyan a nord. Inoltre, i militari hanno conquistato Qaiyqan, Al-Ayoubiyah, Baloza e Al-Mantar a sud. Sul terzo, nonostante l’arrivo della 104esima brigata aerotrasportata della Guardia Nazionale, i soldati di Damasco non riescono ancor a espugnare Harasta, conquistata due settimane fa dai ribelli. Peraltro, la stessa capitale è stata scossa nelle scorse ore da alcune esplosioni a Bab Touma, Bab Sharqi e al-Amin nella città vecchia. Sembra sia opera dello Stato Islamico, ma ancora non ci sono conferme ufficiali.

Back To Top