Siria, SDF uccidono 151 miliziani Isis e prendono definitivamente Gharanij

Syria IslamicState Kurds Siria Deirezzor Gharanij Hajin Idlib Hama Aleppo Hts Damasco Esercitosiriano Coalizioneinternazionale Inherentresolve Sdf Cizirestorm Aljazeera Saa Damasco Abukamal Merv Vusayrah Eufrate

Isis subisce una maxi sconfitta contro le SDF a Gharanij e tenta di usare i civili per distrarre il nemico

Isis a Deir ez-Zor perde in un colpo solo 151 miliziani. Lo hanno reso noto le SDF, spiegando che le truppe di Cizire Storm (Al Jazeera) hanno completamente riconquistato Gharanij, nella zona di Abu Kamal (Al Bukamal). Lo hanno fatto in una violenta battaglia contro Daesh. Durante gli scontri, peraltro, un gruppo di jihadisti ha esortato gli stranieri e le donnea fuggire dall’area. I combattenti siriani, però, li hanno intercettati e neutralizzati. Allo stesso tempo hanno avvisato i civili di non muoversi da dove si trovavano per motivi di sicurezza, in quanto lo Stato Islamico cercava con uno stratagemma di distrarre le forze a guida curda dall’offensiva, senza scrupoli di mettere a rischio la loro vita. Parallelamente, alcuni fondamentalisti sono scappati, presumibilmente in direzione sud verso Abu Kamal nel quadrante ancora controllato dai loro compagni.

L’avanzata di Cizire Storm a Deir ez-Zor sud procede grazie alla Coalizione Internazionale. Ad Abu Kamal 9 raid nelle ultime ore e altri 54 dal 29 dicembre al 4 gennaio

L’avanzata delle SDF contro Isis a Deir ez-Zor, lungo la sponda est dell’Eufrate, prosegue anche grazie al sostegno della Coalizione Internazionale. L’operazione Inherent Resolve nelle scorse ore ha condotto 9 raid aerei su postazioni Daesh nella zona di Abu Kamal. Gli attacchi sono stati diretti contro miliziani, auto-bomba (VBIED), basi dello Stato Islamico e altri obiettivi militari. Questi si vanno ad aggiungere ad altri 54 strike e 73 engagement nella stessa area, avvenuti tra il 29 dicembre 2017 e il 4 gennaio 2018. Di fatto hanno fornito supporto ai combattenti siriani sul terreno, neutralizzando minacce e indebolendo le difese nemiche per facilitare i loro movimenti. Cizire Storm, infatti, continua a consolidare il territorio attorno ad Hajin, in vista dell’imminente offensiva per liberare la città da Isil.

Isis entra nuovamente nella provincia di Aleppo

Più a nord, invece, Isis guadagna terreno contro Hayat Tahrir al-Sham (HTS) a nord est di Hama. Daesh ha tolto alla formazione rivale una decina di villaggi nella zona, tra cui Al-Khayriyah, ed è entrato nuovamente nella provincia di Aleppo da Sud. Di conseguenza, l’esercito siriano (SAA), impegnato a combattere HTS e lo Stato Islamico soprattutto a Idlib (Abu Duhur) e Damasco, dovrà concentrare la sua attenzione in una nuova area del paese.

Il comunicato delle SDF in cui annunciano la morte di 151 mercenari Daesh a Gharanij