Siria, SDF invadono in massa Bahrah e Isis fugge a sud

Syria Islamicstate Siria Raqqa Sdf Cizirestorm Aljazeera Hts Esercitosiriano Idlib Damasco Deirezzor Bahrah Hajin Hama Homs Desertohamad FaydatalJubb Mayadeen Cizirestorm Aljazeera Saa Sdf Abukamal Busayrah Merv Middleeuphratesvalley Sdf Cizirestorm Aljazeera Saa Esercitosiriano Iraq Altanak Diban Propaganda Reclutamenti Isis Isil Sdf Saa Deirezzor Middleeuphratesvalley Conoco Infrastruttureenergetiche Daesh Statoislamico Alamin Sdf Nadhah Saa Deirezzor Aeroporto Aiuti Russia

Le SDF stanno obbligando Isis a fuggire verso l’estremo sud di Deir ez-Zor

Le SDF sono entrate a Bahrah e stanno spingendo Isis fuori dalla città, verso sud. Le truppe di Cizire Storm (Al Jazeera) da 2 giorni hanno lanciato un’offensiva sul centro abitato a sud della provincia di Deir ez-Zor. Ciò grazie al sostegno dei caccia della Coalizione Internazionale. I combattenti siriani hanno prima bombardato con l’artiglieria le postazioni Daesh nella zona. Poi, nelle scorse ore, hanno invaso su larga scala la città. Lo Stato Islamico non sembra voler cedere l’area, tanto che ha impiegato numerose auto-bomba (VBIED) contro il nemico. I jihadisti, però, non riescono più a reggere il pressing delle forze a guida curda. Di conseguenza fuggono a sud, verso Hajin e Abu Kamal (Al Bukamal). Per loro questa è l’unica direzione possibile, in quanto a ovest c’è l’Eufrate, mentre l’est e il nord sono presidiati dalle SDF. Anche qui, comunque, subiscono i raid aerei di Inherent Resolve.

L’esercito siriano respinge gli attacchi Daesh e punta ad assetare i jihadisti nel deserto Hamad, prendendo il controllo del lago Faydat al Jubb

Intanto, l’esercito siriano (SAA) continua a respingere le offensive Isis a Deir ez-Zor. L’ultima delle quali è avvenuta nelle scorse ore ad al-Abbas, a nord ovest di Abu Kamal. Inoltre, i soldati hanno avviato l’operazione per eliminare la grande sacca di resistenza Daesh nell’area occidentale della provincia: quella nel deserto Hamad che arriva fino alla base militare T2 a Homs. L’obiettivo è assetare lo Stato Islamico. Ciò, arrivando e conquistando il lago Faydat al Jubb. Questo è l’ultima fonte idrica importante fino a Homs. Una volta preso, Isil non avrà più possibilità di rifornirsi di acqua in grandi quantità. Di conseguenza, dovrà necessariamente spostarsi più a ovest e cedere terreno al nemico. Le truppe di Damasco hanno puntato i jihadisti anche ad Hama, dove stanno attaccando il territorio dei miliziani da sud. Nelle ultime ore hanno ripreso Abu Kanadiq Janoubi, Jubb Zrayq, Abyan e le fattorie a sud di Abyan.