skip to Main Content

Siria, le SDF a Deir Ezzor spingono Isis al confine con l’Iraq

Siria, Le SDF A Deir Ezzor Spingono Isis Al Confine Con L’Iraq

Le SDF a Deir Ezzor sono sempre più vicine al confine tra Siria e Iraq nella Middle Euphrates Valley (MERV) attaccano Isis a Khirbet Al-Shairat

Le SDF a Deir Ezzor sono sempre più vicine al confine tra Siria e Iraq a est di Dashisha e hanno attaccato Isis a Khirbet Al-Shairat. L’obiettivo dell’operazione Round Up è assumere il controllo completo della strada che porta alla frontiera con il paese vicino a Makhfar Tall Asfuk. Poi, scenderanno a sud nella Middle Euphrates Valley (MERV), operando insieme alle ISF di Baghdad e alla Coalizione Internazionale, per chiudere la sacca di resistenza dello Stato Islamico. Infine, attaccheranno l’ultimo nucleo del Daesh della provincia, che si trova tra Hajih e Harse. I miliziani, peraltro, invece di rispondere all’offensiva arabo-curda continuano ad attaccare l’esercito siriano (SAA) e i suoi alleati a ovest dell’Eufrate. L’ultima aggressione, respinta, è avvenuta presso i villaggi di Sukaryah e Hamdan, lungo il fiume. L’obiettivo dei jihadisti rimane quello di crearsi un corridoio di fuga a occidente.

Da Inherent Resolve un doppio colpo allo Stato Islamico: ucciso uno dei capi dei finanziamenti a Daesh con la vendita di petrolio e gas, nonché sequestrato un maxi carico di Captagon, la droga del combattente, per un valore di oltre 1,4 milioni

Anche Inherent Resolve ha assestato due colpi molto duri a Isis in Siria. Il primo è l’uccisione di un importante leader dello Stato Islamico: Abu Khattab Al-Iraqi, che sovrintendeva i finanziamenti ai jihadisti tramite il contrabbando di petrolio e gas. Il secondo è la confisca di una partita di droga del Daesh per un controvalore di oltre 1,4 milioni di dollari. Anche la vendita degli stupefacenti doveva servire a supportare economicamente le attività dei miliziani. L’operazione è avvenuta nell’areadi At Tanf ed è stata effettuata da Maghawir al- Thowra, partner della Coalizione.  Si tratta soprattutto di un carico di Captagon (oltre 300.000 pillole), anfetamine stimolanti chiamate anche “la droga del combattente”. I fondamentalisti ne fanno uso da tempo, in particolare prima di una battaglia per rendere al meglio. Tanto che in Iraq si sono registrati diversi casi di overdose, soprattutto tra i foreign fighters dopo la caduta di Mosul.

Un articolo sul fenomeno di overdose di Captagon tra i jihadisti in Iraq dopo la caduta di Mosul

Il Tweet di Inherent Resolve sul sequestro del maxi carico di droga

Il Tweet di Inherent Resolve sull’uccisione del leader Daesh, a capo dei finanziamenti tramite contrabbando di petrolio e gas

 

Back To Top