skip to Main Content

Siria, SDF a Deir ez-Zor cacciano Isis dalla regione del clan Shaitat

Siria, SDF A Deir Ez-Zor Cacciano Isis Dalla Regione Del Clan Shaitat

Le SDF hanno tolto a Isis Abu Hardub, Abu Hammam, Kishkiyah e Gharanij. Inoltre hanno aperto un nuovo asse ad Hajin

Le SDF a Deir ez-Zor hanno cacciato Isis da tutta la regione del clan Shaitat, lungo la sponda orientale dell’Eufrate. Le forze dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera) hanno conquistato nelle scorse ore Abu Hardub, Abu Hammam, Kishkiyah e Gharanij, obbligando i miliziani Daesh a fuggire verso sud in direzione di Abu Kamal (Al Bukamal). Preso anche il villaggio di al-Marsama e la città di Bahrah. Nelle battaglie sono stati uccisi 67 jihadisti dello Stato Islamico. Le perdite tra i combattenti siriani, invece, sono inferiori a dieci. Grazie a ciò è stato aperto un nuovo asse nell’offensiva contro Isis ad Hajin, quello settentrionale. Le manovre nella zona proseguono e i terroristi sono sempre più chiusi verso il fiume. Si registrano anche diverse fughe dal quadrante. Sempre in direzione dell’ultima sacca di resistenza nell’area del deserto Hamad tra la provincia e Homs, fino alla base militare T3.

A sud di Deir ez-Zor, l’esercito siriano attacca Al-Sousse e Al-Shafa, nell’area di Abu Kamal. E Daesh fugge

Anche l’esercito siriano (SAA), che nelle ultime ore ha ricevuto rinforzi e si è riorganizzato, ha ripreso l’offensiva contro Isis a sud di Deir ez-Zor. Il SAA ha preso di mira Al-Sousse e Al-Shafa, nell’area di Abu Kamal, attaccando le postazioni Daesh con l’artiglieria e i mortai. A sostegno delle manovre sul terreno sono intervenuti i caccia russi, che hanno effettuato alcuni raid sulla zona. I miliziani per il momento sembrano resistere, ma ci sono già notizie di defezioni. Sembra che 13 elementi dello Stato Islamico siano fuggiti da Sousse dopo aver rubato armi e munizioni ai loro compagni. La loro destinazione è ignota, ma con buona probabilità sono diretti verso sud ovest.

Le mete dei defezionisti Isis sono Middle Euphrates Valley, Iraq, Giordania e Turchia. Arrestato a Sanliurfa ex procuratore Daesh di Raqqa

La sacca di resistenza a sud ovest di Deir ez-Zor, comunque, non è l’unica destinazione di fuga di Isis in Siria. Alcuni miliziani cercano di raggiungere la Middle Euphrates Valley (MERV), dove c’è un grande gruppo di reietti Daesh, scappati dai campi di battaglia nel paese e nel vicino Iraq. Altri provano ad arrivare al confine con Iraq e Giordania verso al Tanak. Infine, c’è un gruppo che punta al confine turco. La conferma viene dal recente arresto di un alto membro dello Stato Islamico, un procuratore a Raqqa, bloccato dalla polizia di Sanliurfa in un’operazione anti-terrorismo.

Back To Top