skip to Main Content

Siria, SDF attaccano Isis ad Hajin dopo i raid aerei della Coalizione

Siria, SDF Attaccano Isis Ad Hajin Dopo I Raid Aerei Della Coalizione

Le SDF attaccano Isis ad Hajin, dopo che i miliziani hanno perso numerosi elementi grazie ai raid aerei

E’ in pieno svolgimento l’offensiva delle SDF contro Isis ad Hajin, a sud di Deir ez-Zor. Le forze dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera) hanno attaccato Daesh in città, dopo che la Coalizione Internazionale aveva effettuato una serie di raid aerei. Il bilancio è stato di numerosi miliziani uccisi, tra cui molti foreign fighters. La maggior parte di loro veniva da Iraq e Tunisia. I combattenti siriani, appena conclusi i bombardamenti, hanno attaccato lo Stato Islamico da due direzioni dirigendosi verso il centro. L’obiettivo è conquistarlo per poi proseguire a sud della provincia fino al confine con l’Iraq. Una volta assunto il controllo del quadrante, cominceranno le manovre a nord est, per eliminare ciò che resta di Isil nella Middle Euphrates Valley (MERV). Lì si combatterà la battaglia finale per cacciare i terroristi non solo dalla Siria e dall’Iraq, ma da tutto il Medio Oriente.

L’esercito siriano non riesce a uscire dall’impasse a nord di Abu Kamal. E manca ancora la sacca di resistenza Isis nella zona desertica

Intanto, l’esercito siriano (SAA) continua a combattere contro Isis a sud di Deir ez-Zor. L’obiettivo delle manovre, che si tengono a nord di Abu Kamal (Al Bukamal) è recuperare il terreno perso recentemente contro Daesh. Il SAA ha ripreso il controllo dell’autostrada ma ci sono ancora delle zone in mano ai jihadisti e i soldati non riescono a espugnarle. Peraltro, c’è ancora da eliminare la sacca di resistenza dello Stato Islamico nella zona desertica tra la provincia e Homs, verso la base T3. I militari, invece, hanno trovato un accordo con i terroristi di Hayat Tahrir al-Sham (HTS, l’ex Fronte al Nusra, branca di al Qaeda nel paese) a Beit Jinn. I membri locali di HTS hanno accettato di ritirarsi dalle loro postazioni nella zona e di consegnare le armi alle truppe siriane. In cambio hanno avuto un salvacondotto per poter lasciare il quadrante.

Back To Top