skip to Main Content

Siria, qualcosa si muove contro Isis ad Hajin? Lanciati leaflets sulla città

Ci potrebbero essere presto novità importanti nella lotta a Isis a Deir Ezzor, e in particolare ad Hajin. Lanciati leaflets sulla città. Preannunciano un imminente attacco in massa dell’operazione Round Up?

Ci potrebbero essere presto novità importanti nella lotta a Isis a Deir Ezzor. nelle scorse ore su Hajin sono stati lanciati numerosi leaflets contro lo Stato Islamico. Segno che presto ci potrebbe essere un’offensiva di terra su vasta scala delle SDF. Le forze dell’operazione Round Up in queste ore stanno combattendo Daesh nella Middle Euphrates Valley (MERV), vicino al confine tra la Siria e l’Iraq. le truppe arabo-curde, però, mantengono comunque il pressing anche sulla città nel sud della provincia. Di conseguenza, non si può escludere che – come avvenuto già diverse volte in passato – lancino un attacco in massa a sorpresa contro i jihadisti. Questi, nonostante si siano asserragliati nella roccaforte, sono ormai stanchi e a corto di risorse. Inoltre, sono demotivati e col morale a terra per le crescenti lotte interne e per le fughe di massa dei loro compagni.

L’esercito di Damasco (SAA) avanza contro lo Stato Islamico nel deserto di Badiya (Badia) e a Suweida. L’unica zona sicura in Siria, per ora, per Daesh è quella di Tasil

Anche l’esercito siriano (SAA) avanza contro Isis nel deserto di Badiya (Badia) a ovest dell’Eufrate. I soldati sono riusciti a cacciare i miliziani dello Stato Islamico da una porzione di territorio nella zona sud della lor sacca di resistenza, riducendola ulteriormente e allontanandola dal confine tra Deir Ezzor-Homs e l’Iraq. Inoltre, hanno diviso in due l’area sotto controllo del Daesh a Suweida, conquistando Khirbat Hawi Husayn. In questo modo sarà più facile isolare i jihadisti ed eliminarli definitivamente. A seguito di ciò, l’unico luogo sicuro in Siria per i fondamentalisti è rimasta la zona di Tasil, in provincia di Daraa. Anche qui, però, solo momentaneamente in quanto Damasco si appresta a lanciare un’offensiva su vasta scala anche nel quadrante e la Giordania e Israele hanno già sigillato i loro confini. Di conseguenza, appena partiranno le manovre, IS sarà schiacciato tra due fuochi.

Photo Credits: Afarin Mamosta

Back To Top