skip to Main Content

Siria, per Isis sarà decisiva la battaglia contro le SDF a Rawdah

Siria, Per Isis Sarà Decisiva La Battaglia Contro Le SDF A Rawdah

Isis combatte contro l’operazione Round Up la battaglia decisiva dal punto di vista ideologico a Rawdah. Qui si ritiene che sia sepolto il profeta Maometto, fondatore dell’Islam

La battaglia in corso a Deir Ezzor tra le SDF dell’operazione Round Up (Jazeera Storm) e Isis a Rawdah è decisiva. Soprattutto per il morale dello Stato Islamico. L’area è infatti il luogo dove sarebbe sepolto il profeta Maometto, fondatore dell’Islam. Perderla, perciò, sarà un colpo da cui i jihadisti dello Stato Islamico difficilmente potrebbero riprendersi. Una volta vinta questa, le forze arabo-curde potranno concentrarsi sullo scontro finale contro i miliziani. Quello ad Hajin nell’ultima sacca di resistenza di tutta la zona a est dell’Eufrate nella provincia. Rimarranno solo quelle di Abu Kamal (Al Bukamal), nel deserto di Badiya (Badia) e, forse, quella a Quneitra meridionale, a ovest di Daraa. Non è certo, però, in quanto l’esercito siriano (SAA) ha lanciato nella zona un’offensiva in massa, sia aerea sia di terra, per eliminare i terroristi al confine con Giordania e Israele.

Lo Stato Islamico è sotto forte pressing anche a Quneitra meridionale, a ovest di Daraa. In corso offensiva a era e di terra dell’esercito siriano (SAA) per eliminare Daesh dal quadrante

Damasco, infatti, sta attaccando Isis nella zona di Quneitra da due assi: quello orientale con l’invasione di Yarmouk Basin e quello settentrionale da Ghadir al-Bustan. L’obiettivo è convergere al più presto sulla ex roccaforte dello Stato Islamico a Tasil, al momento pressata da continui raid aerei. Poi, l’esercito siriano scenderà a sud verso Shabraq, Nafi’ah, Saham al Jawlan e Ash Shajarah. Infine, il SAA colpirà l’ultimo luogo sicuro del Daesh nel quadrante: Hayt (Heet), vicino alla frontiera tra Siria e Giordania. Dall’altro lato del confine è stata già rafforzata la sicurezza, in modo che non ci possano essere tentativi di fughe da parte dei jihadisti. Questi, per ora, sono concentrati soprattutto a Deir Ezzor con il progredire dell’operazione Round Up e si verificano soprattutto nella zona di Hajin, come confermano gli ultimi arresti di defezionasti effettuati dalle SDF.

Back To Top