skip to Main Content

Siria, nuova maxi campagna aerea della Russia contro lo Stato Islamico

Nuova maxi campagna aerea della Russia contro lo Stato Islamico nell’Est della Siria. Da inizio dell’anno ci sono stati oltre 100 raid nel deserto di Al-Rasafah e tra Raqqa, Deir Ezzor e Homs. I jihadisti ex-ISIS, però, finora non hanno subito danni rilevanti

La Russia ha lanciato una maxi campagna aerea contro lo Stato Islamico nell’Est della Siria. Dall’inizio dell’anno ci sono stati oltre 100 strike su postazioni dei jihadisti ex-ISIS nel deserto di Al-Rasafah e al confine tra le province di Raqqa, Deir Ezzor e Homs. Si ritiene che l’area sia uno snodo strategico di transito per i gruppi che operano nel quadrante e che continuano a tendere imboscate all’esercito di Damasco (SAA) e alle milizie alleate. Non è chiaro al momento quali siano il bilancio o i tempi previsti dell’offensiva aerea di Mosca, ma sembra che questa proseguirà anche nei prossimi giorni. Tutti i tentativi precedenti, però, sono falliti. Nonostante i raid e i rastrellamenti, infatti, i terroristi non hanno mai smesso di attaccare. Anzi. Al termine di ogni manovra, hanno subito colpito nuovamente il nemico per fargli capire che non avevano subito danni di rilievo.

Back To Top