skip to Main Content

Siria, nuova escalation del conflitto silenzioso a Daraa

Nuova escalation del conflitto silenzioso a Daraa. Il SAA e le milizie alleate pro-Iran bombardano l’area con una pioggia di razzi e colpi di artiglieria. I ribelli reagiscono, mentre la popolazione fugge in massa verso la Giordania

Escalation improvvisa della guerra interna silenziosa a Daraa tra l’esercito siriano (SAA) e i gruppi alleati pro-Iran (Hezbollah, Fatimyoun, Zienabyoun e altri) da una parte e le milizie anti-governative locali dall’altra. Nelle scorse ore una pioggia di razzi e colpi di artiglieria è caduta sulla città, dopo il fallimento dell’ennesimo tentativo di mediazione da parte della Russia. Poi, sono ripresi gli scontri sul terreno tra la Quarta Divisione del SAA e i ribelli. Le aree maggiormente coinvolte sono il quartiere di Daraa al-Balad e al-Ruba’i, sito tra al-Shaikh Saad e Masaken Jillen. Poco fa si è unito al conflitto anche il Comitato Centrale di Hawran, che ha annunciato la mobilitazione generale con un comunicato. La ripresa delle ostilità ha dato il via a una nuova fuga di massa della popolazione, che da Tafs si sta dirigendo verso i confini con la Giordania.

Back To Top