skip to Main Content

Siria, maxi blitz delle SDF contro la cellula Isis per gli omicidi a Raqqa

Siria, Maxi Blitz Delle SDF Contro La Cellula Isis Per Gli Omicidi A Raqqa

Maxi operazione delle SDF per smantellare la cellula Isis specializzata negli omicidi a Raqqa. I miliziani dello Stato Islamico preparavano un attacco per vendetta

Maxi operazione delle SDF a Raqqa contro una cellula Isis. Le forze speciali (HAT) di Jazeera Storm hanno arrestato i membri del gruppo dello Stato Islamico che si occupavano degli omicidi mirati nella città siriana. I miliziani, guidati da Muhammad Sabah Abbas, si incontravano periodicamente per pianificare attacchi contro le forze arabo-curde. In particolare volevano vendicare l’arresto di Ali Hussein, uno dei leader Daesh locali, avvenuto recentemente. Secondo fonti locali, citate dalla North Press Agency (NPA), l’ordine era arrivato direttamente da Ahmad al-Halshoum”, soprannominato Sheikh al-Gaddafi. L’uomo è a capo del Consiglio della Shoura segreto della Siria. Nell’operazione, sventata prima che avvenisse (era prevista il 4 agosto), sarebbero state usate due macchine imbottite di esplosivo. Per l’occasione, inoltre, era stato vietato ai jihadisti l’uso dei telefoni cellulari per alcuni giorni, a seguito dei timori che Hussein confessasse e consegnasse al nemico i contatti della cellula.

Jazeera Storm effettua operazioni anti-Daesh anche a Tabqa e Hasakah. Intanto, prosegue la ricostruzione in tutto l’est della Siria

Le SDF, peraltro, hanno effettuato altri arresti eccellenti di miliziani Isis anche a Tabqa. Nel corso di un’operazione a cui hanno partecipato almeno 150 elementi delle HAT è stata smantellata una cellula dello Stato Islamico che operava nella regione. Inoltre, sono in corso manovre anti-Daesh presso il villaggio di Jaza, in provincia di Hasakah. Sembra che anche in questo caso le forze arabo-curde siano alla ricerca di un gruppo di jihadisti, responsabili di numerosi attacchi nell’area. Parallelamente, però, proseguono i lavori di ricostruzione del quadrante con il ripristino di alcuni ponti e servizi fluviali. Inoltre, si sta cominciando a riparare le strade, danneggiate dagli scontri con IS e dai recenti fenomeni atmosferici. Il prossimo passo sarà aumentare la fornitura elettrica per la popolazione di tutto l’est della Siria, da Raqqa a Deir Ezzor, passando per Hasakah.

Back To Top