skip to Main Content

Siria, l’Ottava Brigata del SAA vola in Ucraina per sostenere la Russia

L’Ottava Brigata dell’esercito siriano (SAA) vola in Ucraina per sostenere la Russia. L’unità era di base a Palmyra nel sud del paese. La sua partenza penalizzerà la guerra contro i miliziani pro-ISIS. L’aumento dei raid aerei, infatti, non colmerà il gap di risorse

L’Ottava Brigata dell’esercito siriano (SAA) è stata trasferita in parte in Ucraina per combattere al fianco delle truppe di Mosca. Lo denuncia l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR). L’unità, che era di base a Palmyra nel sud del paese mediorientale, è tra le più vicine alla Russia. Non a caso all’inizio dell’anno aveva aperto un ufficio di reclutamento, offrendo condizioni economiche vantaggiose e benefit per chi si arruolava, allo scopo di estendere l’influenza di Mosca nell’area e ridimensionare quella iraniana. Non è chiaro quanti uomini siano partiti per la nazione europea, ma è certo che il trasferimento causerà forti ripercussioni nella guerra allo Stato Islamico nel quadrante. Per ovviare alla criticità, la Federazione ha nuovamente aumentato i raid aerei contro i miliziani pro-ISIS. Gli strike, però, hanno dimostrato di avere poca efficacia. Di conseguenza, si prevede un’escalation di attacchi IS in tutta la regione.

Back To Top