skip to Main Content

Siria, lo Stato Islamico va a caccia di “streghe” a Deir Ezzor

Lo Stato Islamico va a caccia di “streghe” a Deir Ezzor. Uccisa ad al-Hussan una persona accusata di stregoneria. I jihadisti IS non esitano a correre rischi, operando in territorio delle SDF, pur di eliminare le “minacce”

Lo Stato Islamico nell’Est della Siria ha avviato un nuovo tipo di campagna: la caccia alle “streghe”. Un gruppo di miliziani ha fatto irruzione in una casa nel villaggio di al-Hussan, a ovest di Deir Ezzor, uccidendo una persona all’interno. Questa era stata accusata di stregoneria, come riporta l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR). E’ solo l’ultimo caso di un fenomeno in crescita nella regione, che nell’ultimo mese ha visto già diverse vittime tra la popolazione locale. Non è chiaro con quale criterio i jihadisti IS identifichino i loro bersagli. E’ certo, invece, che ne hanno timore. Non si fanno scrupolo, infatti, a colpire in aree controllate dalle SDF per eliminare la “minaccia”, pur correndo molti rischi.

Back To Top