skip to Main Content

Siria, lo Stato Islamico subisce colpo al cuore

Lo Stato Islamico subisce un colpo al cuore in Siria. Gli Usa eliminano uno dei massimi leader pro-ISIS, Abu ‘Ala, l’esperto contrabbandiere di armi, Rakkan Wahid al Shammri e il responsabile per i prigionieri, Abu Mu’Ad al Qahtani

Lo Stato Islamico in Siria ha subito colpo al cuore: gli Stati Uniti hanno eliminato tre figure di spicco dei jihadisti pro-ISIS in paio di giorni con due raid. Vicino Qamishli è stato ucciso Rakkan Wahid al Shammri, specializzato nel traffico di armi per conto del gruppo terroristico.  In un’altra località non specificata, inoltre, hanno perso la vita Abu ‘Ala, uno dei cinque leader IS più importanti nel paese mediorientale, nonché vice emiro nella nazione, e Abu Mu’Ad al Qahtani. Quest’ultimo è un comandante della formazione, responsabile per la gestione dei prigionieri. Nel primo caso sembra sia stato un raid elitrasportato delle forze speciali. Nel secondo, un attacco aereo presumibilmente effettuato con i droni Predator. Non è chiaro se le due operazioni siano collegate, ma è certo che abbiano assestato un colpo durissimo ai fondamentalisti. Questi, infatti, hanno subito pesanti danni sia sul versante operativo sia sull’immagine.

Back To Top