skip to Main Content

Siria, le SDF vanno a caccia dei facilitatori Isis ad Est

Si intensificano le operazioni delle SDF contro Isis tra Raqqa, Deir Ezzor e Hasakah. Jazeera Storm punta i facilitatori, per togliere allo Stato Islamico la capacità operativa

Entrano nel vivo nell’Est della Siria le operazioni delle SDF per smantellare le cellule Isis nascoste nell’area. Nelle scorse ore c’è stato un blitz di Jazeera Storm nei pressi di Manbij, che ha portato all’arresto di un comandante dello Stato Islamico e di suo fratello. I due si occupavano di infiltrare miliziani tra Raqqa, Deir Ezzor e Hasakah, nonché di fornire armi ai gruppi Daesh presenti nel quadrante. Un altro facilitatore, che gestiva i flussi e il contrabbando di carburante per i jihadisti, è stato catturato a Raqqa. Le forze arabo-curde sono riuscite a risalire a loro grazie a una serie di informazioni d’intelligence e ad altre, fornite dai terroristi fermati a Busayrah nei giorni scorsi, dopo un’intensa battaglia durata alcune ore. Negli scontri, peraltro, è morto uno dei più importanti comandanti IS dell’area.

Le manovre anti-Daesh puntano anche a fermare gli attacchi contro le forze arabo-curde e la popolazione. Soprattutto dopo il fallito blitz dei miliziani ad Al-Omar e la campagna di attentati in tutta la regione siriana

 La caccia alle cellule Isis nell’est della Siria si è intensificata, dopo il fallito attacco da parte di una cellula dello Stato Islamico ai giacimenti petroliferi di Al-Omar. Il gruppo ha cercato di infiltrarsi nella struttura dove sono ospitate anche unità della Coalizione Internazionale ed è presente una pista d’atterraggio. Il tentativo, però, è stato sventato dalle SDF che hanno mantenuto le linee di difesa e risposto al blitz, uccidendo numerosi miliziani Daesh. L’azione, infatti, è considerata una delle più violente che abbiano mai coinvolto l’infrastruttura, seppure questa è stata più volte oggetto di attacchi da parte dei terroristi. Questi, invece, continuano gli attentati sia contro le forze di Jazeera Storm sia contro la popolazione, soprattutto a Deir Ezzor. L’ultimo è avvenuto poche ore fa nel mercato di Hawaij e ha causato morti e feriti tra i civili.

Back To Top