skip to Main Content

Siria, le SDF uccidono il comandante Isis di tutte le cellule nell’Est

Siria, Le SDF Uccidono Il Comandante Isis Di Tutte Le Cellule Nell’Est

Isis perde il capo dei trasporti e della logistica di tutte le cellule nell’Est della Siria. Le SDF uccidono Abu Omar Al-Suri ad Al-Ruz

Isis perde il suo emiro del nord est della Siria, responsabile della maggior parte degli attacchi nella regione. Le SDF lo hanno eliminato in un blitz nel villaggio di Al-Ruz a Deir Ezzor. L’uomo, noto come Abu Omar Al-Suri, era il responsabile del trasporto e della logistica delle cellule dello Stato Islamico nella regione. Le forze speciali di di Jazeera Storm (HAT) hanno identificato il suo nascondiglio e sono intervenute circondandolo. Inoltre, gli hanno intimato di arrendersi. Il terrorista, invece, ha reagito cercando di lanciare una granata contro le forze arabo-curde, che lo hanno dovuto uccidere. Peraltro, il comandante era appena tornato da un incontro in cui aveva pianificato nuovi attacchi nel quadrante. La sua morte riduce drasticamente le capacità operative Daesh in tutta l’area orientale e settentrionale del paese.

Jazeera Storm a Deir Ezzor arresta anche un altro gruppo dello Stato Islamico. Era composto da sei elementi ed è stato catturato a Suwar. Nei loro telefoni trovati i contatti di molti altri jihadisti Daesh

Parallelamente, inoltre, continuano le operazioni contro le cellule Daesh in tutto l’est della Siria. Negli ultimi giorni le SDF hanno smantellato un gruppo di sei elementi dello Stato Islamico a Suwar, a Deir Ezzor. L’operazione è nata a seguito di una serie di informazioni d’intelligence e fornite dalla popolazione locale. Oltre agli arresti dei membri Daesh, peraltro, Jazeera Storm ha sequestrato anche numerosi armi ed esplosivi, nonché documenti e telefoni. Questi ultimi in particolare sono stat giudicati di grande interesse, in quanto contenevano numerosi contatti di miliziani. Ciò permetterà alle forze arabo-curde, insieme alle carte trovate nel covo di Al-Suri, di scovare ed eliminare nuove cellule dei terroristi. Inoltre, contribuirà a disegnare un quadro più chiaro di come IS è organizzato e opera nella regione.

Back To Top