skip to Main Content

Siria, le SDF temono un attacco dello Stato Islamico alla prigione di Raqqa

Le SDF temono un attacco dello Stato Islamico alla prigione di Raqqa. Crescono la sicurezza e la vigilanza nell’area. Si ipotizza che i jihadisti pro-ISIS vogliano vendicarsi dell’operazione Humanity & Security ad Al-Hol e liberare i compagni

Le SDF temono che i miliziani dello Stato Islamico cerchino di attaccare la prigione centrale di Raqqa, allo scopo di liberare i loro compagni e vendicarsi dell’operazione Humanity & Security nel campo di Al-Hol, che ha assestato un duro colpo ai jihadisti pro-ISIS nell’Est della Siria. La sicurezza in tutta l’area è stata rafforzata visibilmente con militari e mezzi. Inoltre, sono aumentate le pattuglie nel quartiere. Non è chiaro se il warning sia provenuto dall’intelligence di Inherent Resolve o dalle informazioni acquisite con gli ultimi arresti nel quadrante. In particolare, quello di un facilitatore, catturato nel villaggio di Hawi al-Hawa all’inizio di ottobre, trovato in possesso di numerosi documenti contraffatti e dispositivi di comunicazione. L’uomo era responsabile dei trasferimenti dei terroristi IS e del loro supporto finanziario e logistico. Di conseguenza, ha una conoscenza approfondita delle cellule e della loro operatività nella regione.

Back To Top