skip to Main Content

Siria, le SDF preparano nuova maxi-operazione contro Isis a Busayrah

Siria, Le SDF Preparano Nuova Maxi-operazione Contro Isis A Busayrah

Le SDF a Deir Ezzor preparano una nuova maxi-operazione contro isis a Busayrah. L’obiettivo di Jazeera Storm è smantellare una grande cellula dello Stato Islamico, forse anche con personaggi di spicco

Nuova operazione delle SDF contro Isis a Busayrah. Le truppe di Jazeera Storm hanno circondato nuovamente la città a Deir Ezzor e si apprestano a effettuare un blitz in massa. Secondo fonti locali, i combattenti siriani sono alla ricerca di una grande cellula dello Stato Islamico, che si sarebbe nascosta all’interno. Tra i miliziani, peraltro, ci potrebbero essere anche personaggi Daesh di alto livello, dato il grande schieramento di militari impiegati. Al momento, però, non si hanno conferme né su chi siano i ricercati, né su quando cominceranno le manovre. Di certo c’è, invece, che nell’area stanno confluendo rinforzi. Solo pochi giorni fa c’era stata un’offensiva analoga più a sud: ad Abu Naytl. Qui circa mille elementi delle SDF hanno bonificato il centro abitato dalla presenza di jihadisti IS, che si erano infiltrati.

Daesh continua le sue vendette contro le forze arabo-curde e la popolazione, ma solo lungo l’Eufrate. Ciò significa che la vigilanza delle SDF funziona 

Intanto, i miliziani Isis continuano a portare avanti la loro campagna di vendetta contro le SDF e la popolazione civile. Nell’ultima settimana sono stati uccisi due membri di Jazeera Storm nell’area di Raqqa. A Deir Ezzor, invece, ci sono stati vari attacchi con automobili o motociclette imbottite di esplosivo. Le aree coinvolte sono tutte lungo l’Eufrate, segno che la vigilanza delle forze arabo-curde funziona e i jihadisti Daesh non riescono ad allontanarsi dal fiume per colpire più in profondità nel territorio “nemico”. IS, invece, continua i blitz contro l’esercito di Damasco (SAA) nel quadrante. L’obiettivo dei fondamentalisti è allontanare i soldati da punti-chiave, necessari per creare nuove rotte verso l’Est della Siria, dopo che le SDF hanno smantellato quelle esistenti.

Back To Top