skip to Main Content

Siria, le SDF preparano la battaglia finale contro Isis a Deir Ezzor

Siria, Le SDF Preparano La Battaglia Finale Contro Isis A Deir Ezzor

Le SDF cacciano Isis da Shajlah. Allo Stato Islamico a Deir Ezzor rimane solo il controllo di Marashidah, ma Jazeera Storm si prepara ad attaccarla. Si moltiplicano anche le rese tra i miliziani IS. Nelle ultime ore si sono consegnati in oltre 200

Le SDF a Deir Ezzor hanno cacciato Isis da Shajlah. Perciò, l’ultima roccaforte rimasta allo Stato Islamico nella Middle Euphrates River Valley (MERV) è Marashidah. A proposito, le truppe di Operation Round Up (Jazeera Storm) si stanno preparando all’offensiva finale. Parallelamente si moltiplicano le rese di massa tra i jihadisti Daesh ai combattenti siriani. Nelle ultime ore, oltre 200 elementi IS si sono consegnati alle forze arabo-curde nell’area di Baghuz Fawqani. Tra loro ci sono foreign fighters e jihadisti locali. Le rese, che proseguiranno nei prossimi giorni, sono dovute al fatto che i fondamentalisti ormai hanno perso la MERV e che la loro battaglia finale a Marashidah è imminente. Si pensa, infatti, che la regione potrebbe essere dichiarata libera entro la prossima settimana. Ciò tenendo conto non solo della vittoria militare. Ma anche della necessità di eliminare le cellule dormienti e di bonificare il territorio da mine e trappole esplosive.

Intanto, le SDF continuano a evacuare i civili dalle zone di scontro con Daesh. Negli ultimi giorni salvati in 1.000 da Baghuz, Susah e Hajin. Molte donne e bambini, nonché famiglie di foreign fighters IS

Intanto, con l’intensificarsi delle manovre, le forze di Jazeera Storm continuano a evacuare i civili dalle zone di scontro con Isis. Negli ultimi giorni i combattenti siriani hanno salvato quasi mille persone, di cui 700 tra donne e bambini, nelle aree di Baghuz, Susah e Hajin. Inoltre, hanno preso in consegna numerose famiglie di miliziani dello Stato Islamico. Fra loro anche quelle dei foreign fighters Daesh provenienti da Francia, Pakistan, Iraq e Turchia. Tutti vengono controllati scrupolosamente alla ricerca di jihadisti nascosti tra la popolazione per tentare la fuga da Deir Ezzor. Negli ultimi giorni, infatti, ne sono stati arrestati oltre 50, mimetizzati in mezzo agli sfollati. Ma sono stati proprio questi ultimi a denunciarli alle SDF e a farli scoprire.

Back To Top