skip to Main Content

Siria: le SDF continuano la caccia a Isis nonostante l’offensiva della Turchia

Siria: Le SDF Continuano La Caccia A Isis Nonostante L’offensiva Della Turchia

Le SDF, nonostante l’offensiva turca, non hanno mai smesso di dare la caccia a Isis. Lo confermano le ultime operazioni contro lo Stato Islamico tra Deir Ezzor e Hasaka. Inoltre, Jazeera Storm ha sventato un nuovo tentativo di evasione delle donne Daesh dal campo di Al-Hol

Non è vero che le SDF, a causa dell’offensiva turca nel nord est della Siria, hanno interrotto la caccia alle cellule ISIS. Jazeera Storm, seppure con meno forze e risorse, ha continuato a neutralizzare i gruppi di jihadisti dello Stato Islamico soprattutto a Deir Ezzor e Hasaka. La conferma viene dalla cattura di alcuni miliziani Daesh nell’area di Jadid Bakara. A Shaddadi, invece, è stata disinnescato un ordigno improvvisato (IED), nascosto dai fondamentalisti su una strada. Infine, presso il campo di Al-Hol è stata sventata la fuga di alcune donne, mogli di foreign fighters IS. Queste avevano pianificato di lasciare il carcere insieme ai loro figli per recarsi a sud e a ovest. Solo pochi giorni fa era avvenuto un episodio analogo, con la cattura di 14 “Isis Brides” e di 21 bambini, che cercavano di raggiungere Dashisha. 

Intanto, le forze curde continuano l’evacuazione della buffer zone nell’ambito della tregua con Ankara. L’ultima città a essere lasciata è Ras Al-Ain

Intanto, le SDF hanno reso noto di aver evacuato completamente la città di Ras Al-Ain al confine con la Turchia. L’operazione è avvenuta nell’ambito della tregua militare di 120 ore siglata con Ankara, grazie alla mediazione degli Usa. Le forze curde si sono spostate più a sud, oltre la zona-cuscinetto. I combattimenti, però, nonostante il cessate il fuoco proseguono. Nelle scorse ore ci sono stati scontri a Weibada, Cafiah, Wasita e ad est di Ras Al-Ain. Sembra, infatti, che le TAF abbiano violato le condizioni sia con la componente aerea sia con le milizie alleate. Queste in particolare hanno cercato di avanzare mentre le SDF effettuavano le operazioni di evacuazione. Di conseguenza, ci sono state alcune sparatorie che hanno causato la morte di nove combattenti curdi.  

Back To Top