Siria, le SDF combattono Isis nell’area rurale di Gharanij

Siria Raqqa Isis Isil Esercitosiriano Cizirestorm Aljazeera Hajin Gharanij Idlib Aleppo Abuduhur Merv Middleeuphratesvalley Sdf Cizirestorm Aljazeera Saa Iraq Altanf Assuwar Cizire Iraq Abukamal Saqr Maadan Tigerforces Saa Daesh Sdf Saa Deirezzor

Deir ez-Zor, in corso violenti scontri tra Isis e le SDF nella zona rurale a sud di Gharanij

Le SDF continuano a combattere contro Isis nell’area di Gharanij. Le forze di Cizire Storm (Al Jazeera), dopo aver liberato la città e ucciso oltre 150 miliziani Daesh, si sono trovate nuovamente a scontrarsi con loro nell’area rurale esterna. Sembra che i jihadisti dello Stato Islamico abbiano effettuato un attacco suicida tra le truppe a guida curda, ferendo alcuni soldati. Poi, però, sono stati costretti ad arretrare verso il profondo sud di Deir ez-Zor, in direzione di Abu Kamal (Al Bukamal). Nella zona, comunque, proseguono gli scontri per cacciare Isil e liberare il territorio fino a Bahrah. Poi, ci si avvicinerà gradualmente a Hajin, stringendo il cerchio. Conclusa la pulizia dell’area circostante, verrà lanciata l’invasione di terra della roccaforte. Questa, come avvenuta nelle manovre nel quadrante, verrà supportata dalla componente aerea della Coalizione Internazionale, che effettuerà raid sulle postazioni dei terroristi.

L’esercito siriano è a un chilometro dalla base militare di Abu Duhur a Idlib e si prepara a invaderla. Nella stessa zona, però, c’è anche Isis che è entrato nuovamente ad Aleppo

Intanto, l’esercito siriano (SAA) continua la sua offensiva a Idlib per riprendere la base aerea militare di Abu Duhur e l’omonima città da Hayat Tahir al-Sham (HTS). Le truppe di Damasco sono a circa un chilometro dalla struttura. Nel frattempo hanno cacciato HTS da 11 villaggi del quadrante: Tall Salmo, Al-Baiyaiyah, Al-Dabshiyah, Zafr Sagheer, Zafr Kabeer, Bayaa Kabeera, Bayaa Sagheera, Um jorah, Al-Buwyti, Rasm Ayed e Um Jareen. Il SAA ha temporaneamente congelato la sua offensiva contro Isis a sud di Deir ez-Zor, nell’area di Abu Kamal, per concentrare la sua attenzione sulla branca di al-Qaeda nel paese. Nella stessa zona, però, ci sono anche i miliziani Daesh, che stanno guadagnando terreno anche in direzione di Aleppo. Tanto che lo Stato Islamico è nuovamente entrato nella provincia, passando dai margini meridionali. Di conseguenza, i soldati devono combattere contro due nemici, che si scontrano anche tra loro.