skip to Main Content

Siria, le SDF catturano il capo delle finanze Isis a Deir Ezzor

Siria, Le SDF Catturano Il Capo Delle Finanze Isis A Deir Ezzor

Le SDF hanno catturato Mohammed Ramadan, il capo delle finanze Isis a Deir Ezzor. L’uomo gestiva la cassa e i finanziamenti allo Stato Islamico nella provincia siriana

Le SDF a Deir Ezzor hanno catturato Mohammed Ramadan, il responsabile Isis per le finanze nella provincia siriana. Nelle scorse ore le forze speciali (HAT) di Jazeera Storm hanno effettuato un’operazione contro le cellule dello Stato Islamico, arrestando numerosi miliziani e leader del gruppo. Tra questi c’era anche il comandante. L’uomo era responsabile della gestione della cassa e dei finanziamenti alla formazione. Sia dall’interno del paese mediorientale sia dall’esterno. Peraltro, nel corso del blitz – oltre a diverse armi e munizioni – sono stati trovati anche del denaro, telefoni cellulari, laptop e documentazione giudicata di estremo interesse dall’intelligence. Obiettivo del blitz era duplice: da una parte smantellare la cellula Daesh e dall’altra interrompere la catena di attentati che i jihadisti stanno portando avanti da qualche mese, soprattutto contro la popolazione.

Il nuovo arresto eccellente di Jazeera Storm riduce ulteriormente la capacità operativa Daesh nell’area

L’arresto di Ramadan si aggiunge a quello di un altro leader Isis eccellente, reso noto dalle SDF a Deir Ezzor negli ultimi giorni: quello del terrorista belga Anwar Abdel Rahman Haddouchi, catturato a circa 100 chilometri dal confine con l’Iraq. Il jihadista era responsabile della decapitazione di un centinaio di civili a Raqqa, durante il dominio dello Stato Islamico. Inoltre, aveva partecipato alla pianificazione e preparazione degli attacchi Daesh a Parigi (2015) e Bruxelles (2016). Grazie a questo tipo di operazioni, Jazeera Storm e la Coalizione Internazionale stanno riducendo drasticamente la capacità operativa di IS in Siria. Sia dal punto di vista tattico sia logistico. I terroristi, infatti, per sopravvivere nascosti nei villaggi della provincia devono contare su fondi e supporto esterno. Colpendo questi elementi, rimarranno isolati e sempre più deboli. Aumenterà quindi anche la possibilità che commettano errori, apparendo sui radar nemici, i quali sono già pronti a colpirli.

Photo Credits: Hawar News Agency

Back To Top