skip to Main Content

Siria, le SDF avanzano contro Isis nella MERV lungo i confini con l’Iraq

Siria, Le SDF Avanzano Contro Isis Nella MERV Lungo I Confini Con L’Iraq

Le SDF a Deir Ezzor stanno togliendo terreno a Isis nella Middle Euphrates Valley (MERV) lungo i confini tra Siria e Iraq. Intanto, Daesh continua ad attaccare l’esercito siriano

Le SDF a Deir Ezzor stanno togliendo terreno a Isis nella Middle Euphrates Valley (MERV) lungo i confini orientali della Siria con l’Iraq. Le forze dell’operazione Round Up (Jazeera Storm) avanzano su due assi contro lo Stato Islamico: est e ovest. Sul primo, si stanno muovendo a sud di Dashisha e sono ora a circa 5 chilometri da Tuwaymin. Sul secondo, quello di Hasakah, hanno cacciato Daesh da due villaggi: Rijlat al Hamzah e Madinah. Le manovre sono riprese nei giorni scorsi, dopo che le truppe arabo-curde avevano messo in sicurezza la roccaforte dei jihadisti appena conquistata. I movimenti, peraltro, proseguono in pieno coordinamento con le ISF di Baghdad, che hanno blindato le frontiere nel paese vicino e monitorano la zona affinché ogni tentativo di infiltrazione venga bloccato immediatamente. Intanto, piccoli gruppi di miliziani continuano ad attaccare, invano, l’esercito di damasco (SAA) nell’area di Abu Kamal (Al Bukamal).

Secondo i media l’operazione Round Up e il SAA si sono accordati per creare corridoi umanitari nella MERV, nelle zone calde degli scontri con lo Stato Islamico

Sembra anche si sia raggiunto un accordo tra l’esercito siriano e le SDF per le evacuazioni dei civili dalle zone calde del conflitto con Isis, anche se non ci sono conferme ufficiali. In particolare nella MERV a est di Deir Ezzor. Una fonte ha riferito alla stampa locale che il primo dei corridoi umanitari verrà aperto nella zona di Mayadeen. Altri, poi, seguiranno nello stesso quadrante man mano che l’operazione Round Up proseguirà verso sud e quella dei soldati di Damasco in direzione ovest. Parallelamente all’offensiva, peraltro, la forza arabo-curda ha lanciato una caccia all’uomo nei confronti delle cellule dormienti dello Stato Islamico nella provincia. Lo hanno reso note le stesse SDF in un comunicato, spiegando che ci sono gruppi Daesh e del regime i quali prendono di mira i civili. A seguito di ciò è stata effettuata un’attività di bonifica su 2 direttrici: Margada e al-Basira.

Back To Top