skip to Main Content

Siria, le SDF arrestano una “miniera di informazioni” su Isis

Le SDF hanno arrestato il comandante Isis a capo delle fabbriche di IED-VBIED a Deir Ezzor: Abdulrahman Hamid Khayer

Le SDF hanno arrestato il comandante Isis a capo delle fabbriche di IED-VBIED a Deir Ezzor. L’uomo, chiamato Abdulrahman Hamid Khayer, è stato catturato ad Hawaji ed era ancora attivo. Tanto che è stato trovato in possesso di materiale per costruire bombe. Il raid, effettuato dalle forze curde e supportato da Inherent Resolve, fa parte della campagna per neutralizzare la leadership IS nell’Est della Siria, tutt’ora in corso. Questa si affianca alla caccia alle cellule operative dei jihadisti e alle loro reti logistiche e di sostegno. Su questi ultimi versanti, nelle scorse ore sono stati arrestati sei terroristi. Tre a Busayrah e altrettanti a Shaddadi (Hasaka).

Il comandante IS è una “miniera di informazioni”. Potenzialmente è in grado di assestare un colpo durissimo alle reti e alla capacità operativa dei terroristi nell’Est della Siria

La cattura di Khayer è estremamente preziosa per le SDF. L’uomo, in quanto a capo del comparto IED e VBIED di Isis, conosce l’ubicazione di tutte le fabbriche e i depositi nell’Est della Siria. Inoltre, era in contatto con i vertici della rete logistica IS, che si occupavano di fornire ai suoi uomini i componenti per la costruzione delle bombe. Di conseguenza, se dovesse decidere di confessare, sarebbe in grado di contribuire ad assestare un colpo durissimo alle reti e alla capacità operativa dei terroristi da Deir Ezzor ad Hasaka, passando per Raqqa. In questo caso, i risultati si vedranno già nei prossimi giorni. Sarà sufficiente attendere le prossime operazioni delle forze curde e di Inherent Resolve.

Back To Top