Siria, le SDF a Deir Ezzor circondano Daesh a Dashisha

Siria Syria Deirezzor Operationroundup Sdf Jazeerastorm Isis Daesh Statoislamico Islamicstate Iraq Dashisha Isf Hajin Merv Inherentresolve

Le SDF a Deir Ezzor, con il supporto aereo dei caccia iracheni, stanno circondando Daesh a Dashisha

Le SDF a Deir Ezzor, con il supporto aereo dei caccia iracheni, stanno circondando Daesh a Dashisha. Avvicinandosi nel frattempo alla città. Le forze dell’operazione Round Up (Jazeera Storm) hanno cacciato lo Stato Islamico da Al-Hassu a sud della roccaforte Isis, raggiungendo Al-Bahadi. Parallemanente, hanno preso Al-Marjan, Kalib Tahtani, Khuwayra e sette fattorie all’estrema periferia del centro abitato. L’obiettivo è procedere su tre assi (meridionale, occidentale e settentrionale) per isolare i jihadisti e chiuderli in un assedio. Inherent Resolve fornisce ulteriore sostegno alle manovre con una postazione di fuoco in Iraq e con aero-invii di rifornimenti ed equipaggiamenti. Ciò ha permesso all’operazione nella provincia siriana di aumentare la sua velocità, spiazzando allo stesso tempo i miliziani, pressati senza soluzione di continuità. Tanto che le truppe procedono spedite, incontrando una resistenza abbastanza limitata.

Tra l’Iraq e la Siria è in corso una caccia all’uomo per neutralizzare i leader dello Stato Islamico

Le SDF a Deir Ezzor, oltre a guadagnare terreno contro Daesh ne stanno anche eliminando i vertici. Due alti comandanti dello Stato Islamico sono stati uccisi dalla forza arabo-curda nei pressi del villaggio di Mircan. Inoltre, le ISF hanno arrestato 3 combattenti donna di Isis. Cercavano di fuggire dall’Iraq in Siria attraverso il confine. Dalle prime informazioni circolate dopo la loro cattura, peraltro, sembra che fossero coinvolte nell’esecuzione di diverse donne a Mosul, durante l’occupazione dei jihadisti. Anche sul versante di Hajin va male per i miliziani. Questi hanno cercato di attaccare in una zona dove potrebbero essere presenti basi della Coalizione, ma sono stati respinti con perdite. Inoltre, gli F-16 di Baghdad hanno bombardato e distrutto alcuni loro check point e centri di comando.