skip to Main Content

Siria, le SDF a Deir Ezzor arrivano alla roccaforte Isis di Dashisha

Siria, Le SDF A Deir Ezzor Arrivano Alla Roccaforte Isis Di Dashisha

Le SDF a Deir Ezzor sono arrivate a combattere lo Stato Islamico a Dashisha. L’operazione Round Up ha tolto finora allo Stato Islamico 12 villaggi e 19 insediamenti

Le SDF a Deir Ezzor sono arrivate a combattere Daesh a Dashisha. Le forze dell’operazione Round Up hanno tolto allo Stato Islamico i villaggi di Safiyan, Al-Khabirah, Al-Hajlah, Hussein Al-Hajlah, Al-Awadat e Umm Mahfur. Questi sono siti lungo la strada che dalla Siria arriva all’Iraq passando per il valico di Makhfar Tall Asfuk. Prima avevano preso Al-Khwaybirah. L’avanzata è stata coperta col sostegno aereo della Coalizione Internazionale e dei caccia di Baghdad, che tengono la pressione ai massimi livelli sul quadrante e non solo. Qualche ora fa, infatti, c’è stato un raid sul alcune postazioni Isis a Baghuz, completamente distrutte. Dalla ripresa di Jazeera Storm (Cizire Storm), le truppe arabo-curde hanno conquistato 12 villaggi e 15 insediamenti, cacciando i jihadisti. Inoltre, sull’asse orientale (quello nella Middle Euphrates Valley, MERV) hanno preso 9 chilometri di territorio, mentre su quello occidentale 13.

L’esercito siriano (SAA) passa al contrattacco contro Daesh nel deserto di Badiya, dove si sono rifugiati anche i fuggiaschi da Yarmouk e Suweida

Intanto, l’esercito siriano (SAA) a Deir Ezzor sembra sia passato alla controffensiva verso Isis, dopo l’ondata di attacchi quasi quotidiani subiti a Mayadeen e Abu Kamal (Al Bukamal) da parte del Daesh. I militari di Damasco hanno cominciato a colpire postazioni dello Stato Islamico all’interno del deserto di Badiya, dove si erano rifugiati anche i miliziani fuggiti da Yarmouk dopo un accordo col regime di Bashar Assad e dal nord est di Suweida. La risposta dei jihadisti non si è fatta attendere. Dopo alcune ore dall’inizio delle manovre del SAA, hanno tentato di conquistare presidi dei soldati tra Humaymah, la base T2, Muayzilah nell’area tra Homs e Deir Ezzor. Le truppe, però, sono riuscite a respingere le ondate di fondamentalisti e a ricacciarli nel deserto.

Back To Top