skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Turchia vanno a caccia di reperti archeologici ad Hasaka

Le milizie pro-Turchia vanno a caccia di reperti archeologici ad Hasaka. La scusa è la ricerca di tunnel delle SDF. In realtà, puntano a rivenderli al mercato nero per finanziarsi dopo il taglio di aiuti di Ankara

Le milizie pro-Turchia a nord di Hasaka hanno cominciato un’intensa attività di scavi presso i siti archeologici dell’area. Obiettivo: trovare reperti e venderli al mercato nero per finanziarsi, supplendo al taglio degli aiuti da parte di Ankara. Secondo fonti locali, sono in corso attività soprattutto a Tel al-Jihash, vicino a Ras al-Ain (Sere Kanye). Sembra che diano coinvolti elementi della al-Hamza Division e della Sultan Murad Division, i quali da circa un mese si sono sparpagliati nel quadrante della provincia siriana per dare la caccia alle antichità, in particolare nei pressi delle tombe degli yazidi. Ciò in quanto l’etnia per tradizione brucia i propri morti, seppellendoli poi insieme ai loro averi più preziosi. La scusa per gli scavi è la ricerca di tunnel delle SDF.

Back To Top