skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Turchia a Nord creano due maxi alleanze rivali

Le milizie pro-Turchia nel Nord della Siria creano due maxi alleanza rivali. La prima è il SLF ed è formata da fazioni anti-HTS. La seconda è l’AZM, leale al gruppo qaedista

Le milizie pro-Turchia nel Nord della Siria formano una nuova alleanza. Si chiama il Syrian Liberation Front (SLF) ed è composta da al-Mu’tasem Division, al-Hamza Division, 20th Division, Suqur al-Sham Brigade, Sultan Suleiman Shah Division (al-Amshat) e altri gruppi minori. Sono tutte fazioni rivali di Hayat Tahrir al-Sham (HTS). A luglio, infatti, era stata costituita la Operation Room AZM, che racchiude formazioni della galassia di HTS. Vi fanno parte Al-Jabaha al-Shamiya e Sultan Murad, insieme ad altre compagini. L’AZM aveva minacciato i “ribelli” di attaccarli se non avessero aderito all’iniziativa, circondando la base di di al-Amshat e Hamza Division ad Aleppo. A quel punto, queste ultime hanno deciso di creare un’entità simile a quella del “nemico” per potersi difendere.

Si rischia un conflitto su vasta scala nel quadrante

La creazione del SLF e dell’AZM conferma la rapida escalation della guerra tra milizie pro-Turchia nel Nord della Siria. Ormai, la lotta per acquisire o mantenere il peso nell’area non è più tra singoli gruppi, ma tra alleanze. Ciò, aumenta esponenzialmente il pericolo di un conflitto su vasta scala e dagli esiti imprevedibili. Inoltre, l’esercito di Damasco (SAA) e la Russia approfitteranno della situazione per attaccare a Sud e a Est di Idlib, alimentando ulteriormente la crisi.

Back To Top