skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Iran trasferiscono armi e missili all’interno di Mayadeen

Le milizie pro-Iran trasferiscono armi e missili all’interno di Mayadeen. Obiettivo: evitare che Israele o gli Usa distruggano le scorte a ovest di Deir Ezzor, in risposta ai recenti attacchi contro Inherent Resolve

Le milizie pro-Iran a Deir Ezzor temono strike di Israele e degli Stati Uniti, dopo gli ultimi attacchi contro le basi di Inherent Resolve nell’area orientale della provincia. Ciò, nonostante abbiano recentemente collocato le loro basi vicino a quelle dell’esercito siriano (SAA). Nelle ultime ore, di conseguenza, hanno cominciato a spostare le loro riserve di armi, munizioni e missili da al-Mazare’ all’interno di Mayadeen e a collocarli in quartieri densamente abitati. In particolare nell’area della “16th street”. A questo proposito, nei giorni scorsi i guerriglieri sciiti avrebbero sequestrato alcuni edifici residenziali. Gli abitanti locali ora temono di essere usati come scudi umani dai miliziani e nel quadrante cresce la tensione, con diverse persone che hanno già lasciato i quartieri a rischio.

 

Back To Top