skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Iran sviluppano i tunnel a Mayadeen per sfuggire a Israele

Le milizie pro-Iran sviluppano i tunnel a Mayadeen per sfuggire a Israele. Sfruttano le reti scavate dall’ex ISIS quando era al potere in Siria. Obiettivo: nascondere le armi e i missili agli occhi dei satelliti e agli F-35 dello Stato Ebraico

C’è un’insolita attività delle milizie pro-Iran nell’Est della Siria. Lo riportano fonti locali, specificando che i movimenti più intensi si registrano nell’area di Mayadeen. Sembra, infatti, che siano in corso lavori per la costruzione di diversi tunnel sotterranei nel quadrante, sfruttando la rete scavata dai jihadisti ex ISIS quando erano al potere. Ufficialmente collegheranno alcuni depositi per facilitare il trasporto delle merci, ma in realtà si ritiene che serviranno per spostare e stoccare armi, munizioni e missili, al riparo dai satelliti nemici e soprattutto dai continui raid aerei di Israele. I gruppi pro-Teheran sperano di approfittare delle “distrazioni” causate dalla guerra in Ucraina per estendere la loro influenza nell’area, anche a scapito della Russia, e rafforzarsi. Non è chiaro, però, se il tentativo funzionerà. Ciò in quanto tutti i precedenti espedienti adottati si sono rivelati inefficaci contro gli F-35 dello Stato Ebraico.

Back To Top