skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Iran avviano i reclutamenti anche a Est di Aleppo

Le milizie pro-Iran avviano i reclutamenti anche a Est di Aleppo. Strategia identica a Deir Ezzor: offrire incentivi finanziari e migliori condizioni di vita. Il SAA e la Russia reagiscono con una base a Khan Al-Sha’r

Le milizie pro-Iran lanciano una nuova campagna di reclutamenti: questa volta a est di Aleppo. Obiettivo: rafforzare il peso nell’area e puntare al Kurdistan. Secondo fonti locali, fazioni come il Liwa Fatemiyoun, hanno copiato la strategia dei loro partner a Deir Ezzor: cioè offrire incentivi finanziari e migliori condizioni di vita per invogliare gli uomini e soprattutto i ragazzi a entrare nelle loro fila. Le azioni di propaganda si concentrano in particolare a Maskanah, al-Sfirah, Deir Hafer e altri villaggi nel quadrante. Intanto, sono stati inviati ulteriori rinforzi ed equipaggiamenti presso la loro nuova base sulla collina di Habbouba, tra Al-Khafsah e Maskanah. Questa è situata sulla sponda occidentale dell’Eufrate proprio davanti al territorio controllato dalle SDF curde. La struttura, peraltro, è vicina anche alla postazione militare dell’esercito siriano (SAA) e della Russia, a Khan Al-Sha’r, costituita da poco per bloccare l’avanzata iraniana nell’area.

Back To Top