skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Iran a Deir Ezzor trasformano le moschee in quartier generali

Le milizie pro-Iran a Deir Ezzor trasformano le moschee in quartier generali. La tattica si aggiunge a quella di trasferire armi dall’Iraq e nasconderle in basi vicino a quelle russe o del SAA. L’obiettivo è sfuggire ai raid aerei di Israele

Le milizie pro-Iran nell’Est della Siria hanno adottato una nuova tattica per sfuggire agli attacchi aerei di Israele: nascondere i loro centri di comando nelle moschee. L’ultima è quella di al-Tamou a Mayadeen (Deir Ezzor), trasformata teoricamente in una “hosayniya”, un luogo per le cerimonie di commemorazione religiose. In pratica, invece, è diventata il quartier generale delle Guardie Rivoluzionarie (IRGC) di Teheran nell’area. Inoltre, gli abitanti delle case vicine sono stati cacciati, presumibilmente per usare gli edifici a scopo militare. L’uso delle moschee è solo l’ultimo stratagemma dei gruppi paramilitari sciiti nel quadrante contro i raid dello Stato Ebraico. Nei giorni scorsi avevano trasferito armi ed equipaggiamenti dall’Iraq, nascondendoli in nuove basi molto vicino a quelle russe e dell’esercito siriano (SAA).

 

Back To Top