skip to Main Content

Siria, la Turchia prepara il terreno per l’invasione del Kurdistan

La Turchia prepara il terreno per l’invasione del Kurdistan siriano. Continuano gli attacchi delle TAF a nord di Aleppo e Hasaka. Obiettivo: indebolire la prima linea di difesa delle SDF. Ankara respinge l’appello russo alla prudenza

L’artiglieria turca sta colpendo duramente l’area di Tel Rifaat ad Aleppo e quelle di Qamishli e Qahtaniyah ad Hasaka. Obiettivo: indebolire le difese delle SDF in vista dell’annunciata offensiva di terra delle TAF nel nord del Kurdistan siriano. Parallelamente, continuano i raid dei droni di Ankara sulle possibili fonti di rifornimento per le forze curde nel quadrante e sui centri di comando. Secondo l’intelligence ci sono chiari segnali che sia in preparazione il terreno per l’immissione in teatro delle truppe. Non a caso, tutti i target colpiti si trovano non lontano dal confine e in caso di invasione rappresenterebbero la prima linea di difesa delle SDF. D’altronde, la risposta della Turchia a Mosca, che chiedeva prudenza, è stata chiara: Andiamo avanti sulla nostra strada. Tanto che Ankara vuole sbloccare le limitazioni ai voli russi sulla Siria e si aspetta che la controparte faccia altrettanto nell’area nord-orientale del paese mediorientale.

Back To Top