skip to Main Content

Siria, la Turchia entra di nuovo a Idlib con i caccia e i carri armati

Siria, La Turchia Entra Di Nuovo A Idlib Con I Caccia E I Carri Armati

Caccia e carri armati turchi sono entrati a Idlib a seguito dell’attacco, apparentemente da parte delle forze pro-Assad, del punto di osservazione di Maidan Ghazal. Si teme un’escalation che potrebbe causare un bagno di sangue

La Turchia entra nuovamente in campo in Siria, con una doppia invasione. Nelle scorse ore, carri armati e caccia F-16 di Ankara hanno violato lo spazio del paese vicino. I primi sono entrati a Idlib, mentre i secondi si sono spinti fino ad Aleppo. Poche ore prima il punto di osservazione turco di Maidan Ghazal era stato attaccato, apparentemente, da milizie pro-Damasco con l’artiglieria e i mortai. A quel punto, dalla base di Ankara a Shir Maghar è stato risposto al fuoco contro le forze vicine ad Assad, mentre sono arrivati elicotteri di Ankara per evacuare i soldati feriti. Secondo fonti locali, l’addetto militare russo è stato convocato dalla leadership turca, che ha annunciato una dura risposta all’attacco improvviso. La situazione al momento sembra tornata alla calma, ma c’è grande tensione nell’area. Si rischia una nuova escalation militare, che potrebbe causare un bagno di sangue. 

A est della Siria le SDF di Jazeera Storm continuano la caccia alle cellule Isis. Daesh, invece, continua ad attaccare i soldati di Damasco (SAA) per creare nuove rotte verso Deir Ezzor via Eufrate

Intanto, le SDF continuano la caccia alle cellule Isis in tutto l’Est e il Nord della Siria. I miliziani dello Stato Islamico hanno cercato di infiltrarsi ad Hajin, ma sono stati respinti da Jazeera Storm. Inoltre, i commandos delle forze arabo-curde (HAT) hanno arrestato i membri di due gruppi Daesh a Raqqa e Manbij. I jihadisti, invece, hanno attaccato l’esercito siriano (SAA) ad al-Duweir, a est di Deir Ezzor, causando diverse perdite tra i soldati. La recente ondata di blitz serve a IS per aprire nuove rotte verso l’area a maggioranza curda, attraverso l’Eufrate. Ciò dopo che le SDF hanno incrementato la vigilanza in tutto il quadrante, specialmente lungo il fiume, distruggendo quelle usate finora.

Back To Top