skip to Main Content

Siria, la Turchia comincia a preoccuparsi delle coalizioni di milizie a nord

La Turchia comincia a preoccuparsi delle coalizioni di milizie nel nord della Siria. Ankara invia rinforzi urgenti per le postazioni a Idlib fino al confine con Aleppo. Teme che le TAF siano convolte nel conflitto tra SLF e AZM

La Turchia si comincia a preoccupare della guerra interna tra le coalizioni di milizie nel nord della Siria e invia rinforzi per migliorare le sue difese. Nelle scorse ore è arrivato a Idlib un convoglio di equipaggiamenti militari e logistici per le TAF, che ha puntato verso il sud e l’est della provincia. Obiettivo: rafforzare la sicurezza delle postazioni a Zawiya e nelle aree di confine con Aleppo. Ankara, infatti, teme che le neonate alleanze, il SLF e l’AZM, possano presto entrare in conflitto tra loro e prendere di mira anche i militari turchi. Le prime avvisaglie, peraltro, ci sono già state. Tre soldati delle TAF sono rimasti uccisi a seguito dell’esplosione di uno IED sulla strada Idlib-Benish road. L’attentato è stato rivendicato dal battaglione “Abu Bakr al-Siddiq”.

Back To Top