skip to Main Content

Siria, la tensione tra le milizie pro-Turchia ad Aleppo cresce ancora

La tensione tra le milizie pro-Turchia ad Aleppo cresce ancora. Scontri ad al-Bab tra la al-Hamza Division e Jaysh al-Ahfad. Solo poche ore fa c’era stata una battaglia a Tel Sha’eer. Intanto, le risorse diminuiscono ancora

La guerra interna tra milizie pro-Turchia nel nord della Siria si intensifica ancora. In particolare ad Aleppo dove si registrano una serie di arresti incrociati tra membri della al-Hamza Division e Jaysh al-Ahfad ad al-Bab. La tensione sta aumentando, come conferma uno scontro tra gruppi vicini alle TAF, avvenuto nelle scorse ore a Tel Sha’eer (Jarablus). La battaglia, derubricata dai gruppi armati come semplice resa dei conti tra due famiglie, in realtà è stata qualcosa di diverso. Non a caso è stato imposto il coprifuoco e ci sono diversi feriti tra le fazioni dell’area. L’oggetto del contendere è sempre lo stesso: le risorse distribuite da Ankara agli alleati locali. Queste sono sempre più scarse e ormai non bastano più per sopperire alle esigenze delle milizie, soprattutto quelle minori. Inoltre, l’Iran ha avviato una massiccia campagna di reclutamenti, che rischia di drenare uomini dai gruppi e far perdere loro ulteriore peso.

Back To Top