skip to Main Content

Siria, la Russia interviene a Idlib per prevenire attacchi delle milizie sulla M4

Siria, La Russia Interviene A Idlib Per Prevenire Attacchi Delle Milizie Sulla M4

La Russia interviene a Idlib per prevenire attacchi delle milizie sulla M4. Raid vicino Jisr Shoghur su un deposito di armi dei jihadisti. La Turchia non poteva agire per non mettere a rischio la tregua con Damasco

La Russia comincia a intervenire a Idlib per bonificare la M4 dalle minacce delle milizie. Nelle scorse ore, caccia della Federazione hanno bombardato un deposito di munizioni dei gruppi jihadisti a Gassainye, vicino Jisr Shoghur, nell’area meridionale della provincia siriana. Obiettivo: prevenire possibili attacchi dei gruppi locali, sia contro le pattuglie joint con la Turchia sull’autostrada sia contro l’esercito di Damasco (SAA) più a sud. E’ la prima volta dall’inizio della tregua che Mosca interviene direttamente sull’arteria, avendo demandato finora alle TAF il compito di garantirne la sicurezza e il passaggio dei convogli militari. L’attacco si è reso necessario in quanto il SAA si trova nelle vicinanze e si volevano evitare, perciò, azioni da parte dei soldati turchi che potessero in qualche modo mettere a rischio il già fragile accordo di cessate il fuoco.

Intanto, la popolazione è sempre più nelle mani di HTS, che cerca di sostituirsi in tutti i modi alle autorità riconosciute

Intanto, a Idlib si affaccia una nuova minaccia interna alla sicurezza: quella della popolazione. I circa 30 campi profughi di al-Qataa al-Gharbi, vicino al confine tra Siria e Turchia, hanno denunciato lo stop degli arrivi di aiuti alimentari, dovuto alla scadenza dei contratti con le associazioni umanitarie, mai rinnovati dalle istituzioni locali. Ciò ha fatto sì che le milizie qaediste, in particolare Hayat Tahrir al-Sham (HTS), ne approfittassero per fare proseliti e accrescere il loro peso nella provincia. Il sistema è semplice: a fronte di consegne di quantità minime di generi di prima necessità, rafforzate da una forte copertura mediatica, HTS punta ad accreditarsi quale alle autorità riconosciuta. Inoltre, alimenta le divisioni tra i gruppi rivali e non esita a contrastare, anche con la violenza, eventuali proteste. Questo mix, però, rende sempre più incandescente la situazione e aumenta i rischi di un’escalation.

Back To Top