skip to Main Content

Siria, la Russia interviene a Est per fermare gli scontri tra milizie pro-Turchia e SDF

Siria, la Russia interviene a Est per fermare gli scontri tra milizie pro-Turchia e SDF. I soldati di Mosca cominciano a costruire lunghe trincee in Kurdistan lungo la M4. Obiettivo: limitare le infiltrazioni dei jihadisti per mantenere la tregua

La Russia interviene in Kurdistan per fermare gli scontri tra le milizie pro-Turchia dalle SDF. Militari di Mosca hanno cominciato a costruire una trincea di separazione, che parte dal villaggio di Kasra a nord di Zarkan e arriva per il momento a Khirbet al-Shaair (Tel Tamr). Questa è larga cinque metri e profonda quattro. Prossimamente, ne dovrebbe nascere un’altra delle stesse dimensioni che parte da Tawila e punta verso i silos di al-Alia, lungo la M4. L’obiettivo è limitare le infiltrazioni dei jihadisti nella provincia siriana in modo da mantenere il cessate il fuoco. Questi, infatti, negli ultimi tempi si sono moltiplicati pericolosamente, soprattutto nella regione di Sere Kaniye, causando fughe di massa della popolazione e violente battaglie con le forze curde, intervenute per respingerli.

Back To Top